Condivide la pagina

Submit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Umanesimo

L'indirizzo filosofico rinascimentale e pre-rinascimentale, nato in Italia attorno al '400 e poi diffusosi in tutta Europa, che proponeva un ritorno alla centralità dell'uomo. L'umanesimo consiste in quel cambiamento di prospettiva che segna la fine del medioevo, inteso come periodo in cui l'importanza dell'uomo e della sua vita terrena era stata svalutata in favore dei valori religiosi e dell'aldilà. Nell'umanesimo l'uomo acquista piena consapevolezza delle sue potenzialità e del suo valore, soprattutto in relazione alla sua capacità di agire sulla natura per dominarla e piegarla ai suoi scopi (si delineano i tratti della società moderna). Per estensione, con il termine si usano indicare, nella filosofia contemporanea, tutti quegli indirizzi filosofici che prendono a fondamento della loro indagine l'uomo, le sue peculiarità e le sue potenzialità.