Condivide la pagina

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

La Tua Parola è verità

"Chiunque è per la verità ascolta la mia voce", disse il Signore Gesù davanti al governatore romano. "Pilato gli disse: Che cos'è verità?" (Gv. 18:37,38).

Otteniamo scarso profitto, di solito, se studiamo qualcosa in cui riteniamo non ci sia nessuna verità che si possa definire tale, o in cui c'è una verità che cambia in continuazione, o in cui riteniamo sia impossibile conoscere la verità con certezza.

La verità è stata definita come: conforme ai fatti o alla realtà; che è in accordo con ciò che è, che è stato o che dovrà essere; è il contrario di falso, di errato, di errore o menzogna. La verità è esatta ed immutabile, indipendentemente dalla storia e dalla cultura; è assoluta ed indipendente da qualsiasi altra cosa. Credere altrimenti è distruttivo sia per l'acquisizione del nostro bagaglio culturale sia per la morale.

Il salmista diceva: "Guidami nella tua verità ed ammaestrami" (Sl. 25:5). Egli credeva che questa verità fosse eterna (Sl. 117:2). Siccome essa è così preziosa, ci viene data una raccomandazione: "Acquista verità e non la vendere" (Pr. 23:23). Il profeta parlò dell'Iddio di verità" (Is. 65:16). Il Signore Gesù disse: "Io sono ... la verità" (14:6). e "la tua parola è verità" (Gv. 17:17). C'è da parte di Dio il desiderio che tutti gli uomini "vengano alla conoscenza della verità" (1Ti.  2:4). Inoltre, ci viene detto che gli uomini, in generale, "hanno mutato la verità di Dio in menzogna, e hanno adorato e servito la creatura invece del Creatore" (Ro. 1:25). Quelli che dicono di essere alla ricerca della verità spesso non amano la verità (2Te. 2:10); cercano piuttosto la loro propria via e quella via non è il sentiero giusto. Ma Gesù, a quelli che veramente ricercano la verità, ha promesso: "Conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi" (Gv. 8:32). Gli uomini devono conoscere la verità intorno a Dio, alla vita, all'eternità.

CONTINUA